Avevate ragione voi!

Sono 30 anni che fate la scelta giusta!

Da tempo abbiamo sollevato la questione dell'insostenibilità del sistema economico internazionale: condizioni di lavoro a basso costo nei paesi del Sud del mondo, sfruttamento delle risorse, sfregio dell'ambiente, strapotere dell'economia sulla politica, ruolo delle imprese multinazionali.

Di estrema attualità poi l'eccessiva finanziarizzazione dell'economia, l'insostenibilità del debito, il rischio della privatizzazione delle risorse.
Tutti contenuti che sono tra le cause della condizione di difficoltà economica che oggi tocca anche il nostro Paese.

Il commercio equo non solo aveva già sollevato le questioni più critiche, ma nel tempo ha anche creato degli strumenti concreti e pratici per contribuire a superarle.

Per questo i milioni di cittadini che fino a oggi hanno frequentato le nostre botteghe e che ci hanno appoggiato possono dire "avevamo ragione noi!", e con loro i soci, i volontari, i lavoratori delle centinaia di Botteghe del Mondoche operano in Italia per un commercio più giusto e sostenibile con i Paesi del Sud del mondo.

Con questa campagna AGICES, tutti gli importatori iscritti al suo registro, Altreconomia e l'Associazione Botteghe del Mondo vogliono sottolineare la capacità del nostro movimento di avere sollevato domande e di avere anche fornito risposte percorribili: chi entra in una bottega del Commercio Equo e Solidale contribuisce infatti alla costruzione di un modello economico profondamente diversoda quello che ci ha portato a questa situazione di difficoltà.

Un sistema fondato sull'economia reale e non su quella di carta. Sul bene di tutti e non sul profitto di pochi. Sul rispetto dei produttori e non sul loro sfruttamento. Sul consumo critico e sulla salvaguardia dell'ambiente e delle culture.

Tags: commercio equo e solidale, AGICES, consumo critico, Altreconomia, Avevate ragione voi, ambiente, Associazione Botteghe del Mondo