Taglia le ali alle armi!

Al via nelle nostre botteghe la raccolta firme per la campagna contro l'acquisto di 131 cacciabombardieri F-35 JSF.

Convinti che come cittadini abbiamo diritto all'istruzione, al lavoro, alla pensione e alla sanità, diciamo no ad altre macchine da guerra!

Alcuni sì e alcuni no

NO allo spreco di risorse per aerei da guerra sovradimensionati e contrari allo spirito della nostra Costituzione
all'utilizzo di questi ingenti risorse per le necessità vere del paese: rilancio dell'economia, ricostruzione dei luoghi colpiti da disastri naturali, sostegno all'occupazione

NO alla partecipazione a un programma fallimentare anche nell'efficienza: il costo per velivolo è già passato (prima della produzione definitiva) da 80 milioni di dollari a 130 milioni di dollari (dati medi sulle tre tipologie)
all'investimento delle stesse risorse per nuove scuole, nuovi asili, un sostegno vero all'occupazione, l'investimento per la ricerca e l'Università, il miglioramento delle condizioni di cura sanitaria nel nostro Paese

NO al programmi militari pluriennali e mastodontici, pensati per contesti diversi (in questo caso la guerra fredda) e incapaci di garantire pace e sicurezza
all'utilizzo delle risorse umane del nostro Governo e delle nostre Forze Armate non per il vantaggio commerciale dell'industria bellica, ma per la costruzione di vera sicurezza per l'Italia

NO al soggiacere delle scelte politiche agli interessi economici particolari dell'industria a produzione militare e dei vantaggi che essa crea per pochi strati di privilegiati
al ripensamento della nostra difesa nazionale come strumento a servizio di tutta la società e non come sacca di privilegi e potere.

Avevate ragione voi!

Sono 30 anni che fate la scelta giusta!

Da tempo abbiamo sollevato la questione dell'insostenibilità del sistema economico internazionale: condizioni di lavoro a basso costo nei paesi del Sud del mondo, sfruttamento delle risorse, sfregio dell'ambiente, strapotere dell'economia sulla politica, ruolo delle imprese multinazionali.

Di estrema attualità poi l'eccessiva finanziarizzazione dell'economia, l'insostenibilità del debito, il rischio della privatizzazione delle risorse.
Tutti contenuti che sono tra le cause della condizione di difficoltà economica che oggi tocca anche il nostro Paese.

Il commercio equo non solo aveva già sollevato le questioni più critiche, ma nel tempo ha anche creato degli strumenti concreti e pratici per contribuire a superarle.

Per questo i milioni di cittadini che fino a oggi hanno frequentato le nostre botteghe e che ci hanno appoggiato possono dire "avevamo ragione noi!", e con loro i soci, i volontari, i lavoratori delle centinaia di Botteghe del Mondoche operano in Italia per un commercio più giusto e sostenibile con i Paesi del Sud del mondo.

Con questa campagna AGICES, tutti gli importatori iscritti al suo registro, Altreconomia e l'Associazione Botteghe del Mondo vogliono sottolineare la capacità del nostro movimento di avere sollevato domande e di avere anche fornito risposte percorribili: chi entra in una bottega del Commercio Equo e Solidale contribuisce infatti alla costruzione di un modello economico profondamente diversoda quello che ci ha portato a questa situazione di difficoltà.

Un sistema fondato sull'economia reale e non su quella di carta. Sul bene di tutti e non sul profitto di pochi. Sul rispetto dei produttori e non sul loro sfruttamento. Sul consumo critico e sulla salvaguardia dell'ambiente e delle culture.

Emozioni solidali

ExAequo e Altromercato dedicano un evento alle bomboniere e agli sposi.
Con la campagna Emozioni Solidali avrai la possibilità di trasformare un gesto semplice in qualcosa di importante.

Scegliere una bomboniera equa significa trasmettere un messaggio di solidarietà ai produttori del Sud del mondo e contribuire al cambiamento del sistema economico.

Durante le due settimane tra l'11 e il 25 febbraio troverai in bottega un'ampia gamma di proposte e di esempi di confezionamento adatti a ogni ricorrenza.
Potrai immaginare e realizzare la tua bomboniera: scegli gli articoli, assaggia i confetti e confezioniamola insieme!

Sono inoltre disponibili partecipazioni e numerosi articoli per liste nozze.

Vienici a trovare i sabati 11, 18 e 25 febbraio.

Per saperne di più guarda le proposte per

  oppure vai alla pagina dedicata al servizio bomboniere.

Sostegno alle Botteghe colpite dall'alluvione

L'alluvione che venerdì 4 novembre 2011 si è abbattuta su Genova ha causato anche agli amici della Bottega Solidale danni molto consistenti, stimabili attorno a 60 mila euro.

L'AGICES ha diramato ufficialmente presso tutte le Botteghe del Mondo una mail che ci sentiamo di condividere anche qua, per estendere l'appello che contiene a tutti quanti, e non solo ai Soci.

Se vorrete fornire sostegno, o solidarizzare in qualche modo, potrete farlo secondo quanto scritto di seguito.

Cari Soci,
in allegato c'è una lettera che vorremo condividere con tutti voi. A scriverla è Cristiano Calvi, Presidente della Bottega Solidale di Genova, che ha visto la propria Bottega del Mondo drammaticamente colpita dall'alluvione di venerdì 4 novembre. Stiamo anche cercando di verificare se altre nostre Organizzazioni Socie hanno subito danni dalle alluvioni che hanno colpito il nostro Paese nelle ultime settimane.

Pensiamo di cogliere la volontà di tutti nel dare il nostro sostegno e il nostro abbraccio a nome di tutto il Movimento del Commercio Equo e Solidale italiano a tutti i soci, i volontari, i lavoratori delle realtà colpite dalle alluvioni per il difficile momento che stanno vivendo: non vi lasceremo soli!

AGICES in questo senso vuole dare un segno concreto per sostenere le Organizzazioni in difficoltà, e per questo rivolgiamo a tutti voi un appello, che vi chiediamo di estendere anche alle vostre basi sociali, ai vostri volontari, a chi pensate possa essere sensibile: vi chiediamo se possibile di sostenere le Organizzazioni coinvolte con un contributo economico (a titolo personale e/o come Organizzazione) che le aiuti a superare questa difficile fase.

I fondi verranno raccolti da AGICES e poi devoluti alle realtà coinvolte dalle alluvioni. Se il denaro raccolto dovesse superare quanto indicato dalle Organizzazioni stesse per fronteggiare l'emergenza, AGICES accantonerà i fondi per far fronte in modo tempestivo ad eventuali esigenze future di altre Organizzazioni italiane di Commercio Equo e Solidale italiane coinvolte da calamità naturali.

Siamo certi che anche questo difficile momento potrà dimostrare la forza, la compattezza e la solidarietà del nostro Movimento.

Il Direttivo di AGICES
(Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale)
 
Modalità per fornire il proprio contributo
Per chi volesse contribuire basterà fare un versamento sul CCB IT72 I050 1803 2000 0000 0109 482 di Banca Popolare Etica intestato a Associazione Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale, Roma, indicando nella causale "Contributo a sostegno delle organizzazioni di commercio equo colpite da calamità".

Equopertutti, arrivederci al prossimo anno

Si è conclusa Equopertutti, la più grande manifestazione dedicata al commercio equo e solidale allestita in Italia.

La nostra bottega si è distinta con numerose iniziative, a partire dalla colazione in Stazione Centrale e proseguendo con l'incontro con Sally di Meru Herbs.

Lo stesso hanno fatto sodali e sorelle, come l'associazione Solidarietà Impegno con un aperitivo a Bazzano e la bottega di San Giovanni in Persiceto con una colazione in piazza.

Il gran finale non poteva che svolgersi in via Altabella...

Equo per tutti

Anche quest'anno è scattata l'ora di Equopertutti.

Dall'8 al 23 ottobre 2011 in tutta Italia le botteghe Altromercato organizzeranno eventi, incontri, degustazioni e dibattiti per raccontare cosa c'è dietro un prodotto Altromercato.

La colazione sarà poi la protagonista di questa terza edizione.
Le botteghe lanceranno una promozione per far conoscere l'ampia offerta dei prodotti per iniziare la giornata nel modo giusto.

[Aggiornamenti]

Domenica 16 ottobre dalle ore 19:00, presso l'Osteria Porta Castello in piazza Garibaldi a Bazzano (BO), primo aperitivo equosolidale organizzato dall'associazione "Solidarietà Impegno", che si è fatta promotrice di "Un passo per 100", Gruppo di Acquisto Solidale della zona di Bazzano.
L'occasione permetterà di assaggiare prodotti equi e di avere un po' di informazioni sui meccanismi del mercato, sulle attività di ExAequo e su Solidarietà Impegno.
È richiesto un contributo di € 5,00 a persona.
 

Grazie all'aiuto dei volontari dell'Associazione Altreterre e della Cooperativa ExAequo, mercoledì 19, in occasione del mercato settimanale di S. Giovanni in Persiceto, la bottega scende in piazza per offrire una lauta colazione.
A partire dalle 8:00, in via Roma 26 davanti alla bottega, basteranno 2 € per permettervi tè, caffè, tisane, bisc

otti, marmellate e cioccolate, tutti prodotti biologici ed equosolidali.
Si raccomanda di portare un amico che non conosce il commercio equo e solidale.
(Con il patrocinio del Comune di San Giovanni in Persiceto.
Per informazioni: 051-7401374; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Domenica 23, a chiudere, non può mancare la colazione nella bottega di via Altabella.

-----

Equopertutti è la più grande manifestazione dedicata al commercio equo e solidale allestita in Italia, nata per sensibilizzare i cittadini e le imprese a un modello di consumo più attento alla persona e alla sua dignità, all'ambiente e alle sue risorse.
Equopertutti è inoltre l'occasione per promuovere un concetto molto caro ad Altromercato, ovvero quello di filiera trasparente ed equosolidale, che in tutti i suoi passaggi, dal produttore al consumatore, è costruita sull'equità e sul dialogo tra i soggetti coinvolti.

La protagonista della terza edizione sarà la colazione equosolidale, il modo giusto di iniziare la giornata scegliendo tra una vasta gamma di prodotti adatti a tutte le età e a tutti i gusti.
È proprio a partire dai prodotti della colazione che Altromercato avrà modo di raccontare le storie di riscatto e di dignità che si celano dietro l'acquisto di un articolo del commercio equo, realizzato con materie prime di alta qualità e ricche di sostanze nutrienti.

Durante Equopertutti l'intera rete nazionale delle Botteghe Altromercato e molti supermercati lanceranno una promozione speciale per far conoscere l'ampia offerta per la colazione.
Inoltre, i suoi soci organizzeranno un'articolata maratona di eventi: incontri con i produttori, volti e voci del commercio equo; colazioni in piazza o in bottega, degustazioni di caffè nelle principali stazioni, e molto altro ancora.

Chi sceglie una colazione equa e solidale, dunque, ha una grande possibilità: con un piccolo gesto quotidiano come bere un caffè o mangiare un biscotto può cambiare le regole del mercato, contribuendo a costruire un'economia nuova, più giusta al Nord come al Sud del mondo, il cui obiettivo primo sia il benessere degli umani e dell'ambiente.

E allora, con una spesa minima di € 20, riceverete in omaggio:

Con una spesa di almeno € 40, l'omaggio invece consiste in:

Per cominciare, ci vedremo lunedì 10 dalle 8:30 alle 16:00 nel piazzale Ovest della stazione centrale, con un kit colazione/merenda a 1 € composto da una confezione da 30 g di Guiro (biscotti al miele con cacao); una barretta di cioccolata fondente o al latte bio; Pequeña, la barretta al sesamo bio.