Il retrogusto sociale della birra

birre spina vecchia orsa

Giovedì 25 giugno alle 19,30 la bottega resta aperta per accogliere la degustazione delle birre Vecchia Orsa in compagnia del birraio Daniele.

Le birre Vecchia Orsa sono prodotte da Fattoriabilità, una cooperativa sociale che opera per l'inclusione lavorativa di persone svantaggiate fornendo loro nuove formule di organizzazione del lavoro, di sostegno e di formazione professionale.

Dalla classica bionda schiumosa alla prima birra biologica certificata della regione Emilia Romagna, dalla pale ale alla trappista, tanti sono i palati che incontrano il loro gusto. 

Vi aspettiamo per un viaggio avventuroso sulla scia dei loro nomi evocativi: Aurora, Fabula, Incipit, Biolca...

Prenotate la degustazione a 5 euro telefonando allo 051 23 35 88 oppure scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Ma non perdetevi l'intervista a Daniele. Gli abbiamo infatti chiesto cinque curiosità sul birrificio e le sue birre...

1. Ciao Daniele, cosa hanno di diverso le birre Vecchia Orsa dalle altre?
Sono tra le poche ad avere un retrogusto sociale che nello specifico le rendono doppiamente buone.

2. Com’é nata l’dea del birrificio?
L’idea è nata da una casualità come spesso capita, nel senso che inizialmente l'intento era quello di creare un progetto sociale che avesse una relazione con il lavoro manuale, la terra e attraverso quello "abilitare" le persone. "Sfortunatamente" l'ipotesi di realizzare una coltivazione di lavanda non è andata a buon fine e tramite l'incontro dei 5 soci fondatori con un paio di giovani homebrewer si è cominciato a parlare di birra e così via...

3. Chi sceglie i nomi e con quale criterio?
Siamo una cooperativa anche di idee, decidiamo una sera in cui trovarci, prima di quella seraun paio di noi più preparati sulle birre scrivono come è nata l'idea della nuova birra, la storia dello suo stile e la descrivono a livello organolettico. Quando ci incontriamo ognuno di noi 5 porta 3 proposte di nomi che abbiano connessioni o spunti anche per grafiche o citazioni, da lì con un doppio turno all'italiana arriviamo alla finale, il tutto tra pizze, birre e risate varie! (per molti di noi è il momento di maggior sollecitazione degli addominali).

4. Il momento in cui avete pensato di non farcela?
La resilienza e la caparbietà sono nostre caratteristiche, è più facile che periamo per farcela piuttosto che lasciar perdere.

5. Il momento in cui avete capito di avercela fatta?
E’ arrivato? battute a parte, un pochino tutti i giorni. dalle piccole cose e dalle grandi, a volte può essere vedere lo spaccio pieno, a volte basta un complimento, una spedizione, una bella giornata di lavoro particolarmente armonioso e senza che si rompa nulla.

Grazie Daniele e grazie a tutti i ragazzi del birrificio Vecchia Orsa e della cooperativa Fattoriabilità.