Grazie a ExAequo è venerdì

Tre venerdì in bottega in compagnia di produttori solidali del Sud Italia, per conoscere le loro storie e assaggiare le loro specialità (se stagionalmente disponibili!).
Uno, in particolare, costituisce una novità molto interessante.

Si parte venerdì 16 ottobre alle 19:30 con Ivan Paclanica di Goel Bio, la cooperativa della Locride che promuove lo sviluppo della cooperazione sociale e l'inserimento di soggetti svantaggiati attraverso la valorizzazione delle tipicità del territorio.
Goel Bio raggruppa produttori che si oppongono alla 'ndrangheta garantendo una condotta aziendale etica e offrendo prodotti tipici di alta qualità, come le arance, le clementine, i mandarini, i limoni, i kiwi e le cipolle che si possono trovare in bottega.

Venerdì 23 ottobre, sempre alle 19:30, sarà la volta dei formaggiai della Cooperativa Sociale Le Terre di Don Peppe Diana - Libera Terra, che ci racconteranno le difficoltà e la soddisfazione di aprire e gestire un caseificio nelle terre della camorra.
Nei terreni confiscati alla malavita organizzata, come da consuetudine di Libera, hanno sviluppato un'azienda di sane produzioni bufaline e di lavoro rispettoso della dignità delle persone.
Da loro ExAequo Bottega del Mondo prende la mozzarella di bufala campana DOP, la ricotta e la scamorza.

Venerdì 30 ottobre ecco la novità: Funky Tomato - pomodoro a filiera partecipata.
Si tratta di un progetto che vuole portare equità e giustizia nelle retribuzioni lavorative fra Basilicata e Puglia, un'azienda che, in modo naturale, coltiva, raccoglie e imbottiglia pomodori di alta qualità (in salsa, pelati e a pezzi) valendosi del pre-acquisto da parte di chi sceglie di sostenerla. (Ti ricorda niente, questo modo di procedere?)

Tre venerdì per un tour in un altro Meridione, libero da camorra, 'ndrangheta e caporalato.

Tags: GOEL bio, produttori solidali italiani, Sud Italia, Cooperativa Sociale Le Terre di Don Peppe Diana - Libera Terra, Funky Tomato