Casca il mondo casca la Terra? "Tutti su per Terra"!

In un mondo dove oltre 900.000 persone malnutrite convivono con un miliardo di persone sovrappeso, dove lo spreco alimentare è una delle grandi sfide del Nord e del Sud del mondo, come si può cambiare ripartendo da gesti semplici e consapevoli?

Venerdì 9 e sabato 10 maggio, in via Azzo Gardino negli spazi adiacenti al Cinema Lumière, "Tutti su per Terra" potrebbe darci qualche spunto.

"Tutti su per Terra" è una iniziativa realizzata nell'abito del progetto Apriti Sesamo, finanziato dal Ministero per gli Affari Esteri per la sensibilizzazione sulla sovranità alimentare.
La nostra cooperativa è partner del progetto, e parteciperà alla due giorni di cinema, dialoghi, musica e cibo per capire che cosa succede intorno a noi.
Sarà anche un modo, sabato 10 maggio, per celebrare la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale.

Venerdì 9 maggio, alle 20:00, ci sarà l'aperitivo solidale di benvenuto con prodotti (anche) di commercio equo.

Sabato 10, a partire dalle 14:00, in piazzetta Pasolini terremo un banchetto con nostri prodotti, e nel pomeriggio si svolgerà il laboratorio per bimbi "Coloriamo il mondo" (per riempire di colori e profumi una cartina del mondo con cacao, caffè, spezie, riso, cotone... Materiali che saranno fatti conoscere attraverso il tatto e l'olfatto, e di cui sarà raccontato il viaggio).

Alle 16:30 ci sposteremo nella sala Scorsese del cinema Lumière per la proiezione del documentario Shady Chocholate, sullo sfruttamento del lavoro minorile nelle piantagioni di cacao della Costa d'Avorio; seguirà un dibattito con Giorgio Dal Fiume (Presidente WFTO Europa) e Andrea Trevisani (Consigliere di Altromercato) e, per solleticare i palati più fini, una degustazione guidata di zuccheri e di cioccolato Altromercato. Claudia Moriondo, degustatrice di professione ed esperta di analisi sensoriale, ci accompagnerà in un viaggio nei sapori del cioccolato equosolidale.

Ma ovviamente a "Tutti su per terra" non ci saremo solo noi!
Tra i molti argomenti che saranno toccati dai vari partner del progetto (CEFA, Overseas, Osvic...)  ci saranno il land grabbing (accaparramento di terra), la cementificazione, terra bene comune, biodiversità e ogm.
E tra le iniziative, consigliamo di seguire i laboratori di cucina dal mondo: Marocco, Tunisia e Palestina (alle 10:00 di sabato al Centro Sociale Giorgio Costa).

Per saperne di più, andate a consultare il programma completo

Equochef 2 – La Recherche

UPDATE: Scadenza il 30 maggio!

Riparte il nostro concorso di cucina!
Ideate un piatto equosolidale e raccontatecelo!
In palio un bel premietto di 40 euri sottoforma di buono e tanta fama imperitura!

Con Equochef 2 vogliamo raccogliere nuove ricette cucinate con prodotti equosolidali, biologici e provenienti da filiere locali.
Ricette che saranno poi inserite nel ricettario in preparazione, andandosi ad aggiungere alle quattro finaliste già selezionate a gennaio nella prima manche del concorso.

Con la Recherche invitiamo inoltre i partecipanti ad allegare alle proprie ricette anche un racconto, o immagini di vita, un ricordo di famiglia, di scuola, di lavoro, di un luogo, per creare una mappa emozionale dove il cibo e suoi sapori accendano i ricordi e stimolino il desiderio di condividere.
Una recherche equa e solidale!

Tale allegato non è obbligatorio, e non andrà a incidere sulla determinazione dei vincitori.
Ma è fortemente desiderato!

Ogni concorrente potrà inviare fino a 5 ricette.
Ogni ricetta dovrà contenere due prodotti equosolidali ed essere per il resto composta di ingredienti locali, preferibilmente biologici e di stagione.
Gli ingredienti delle ricette dovranno di conseguenza rispondere a criteri di economicità, stagionalità e sostenibilità ambientale.

ExAequo si riserva di non considerare ammissibili le ricette non idonee ai temi del concorso, e nel caso il suo autore sarà contattato per verificare i requisiti di partecipazione.

Le ricette potranno essere inviate a:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o consegnate in formato cartaceo presso la nostra bottega in via Altabella 7/B dall'8 marzo al 20 maggio 2014.
Dovranno essere corredate di una foto del piatto (se cartacee, la foto potrà essere inviata in un secondo momento tramite posta elettronica), e dovranno contenere un recapito mail e telefonico.

Le ricette saranno giudicate dallo staff delle cuoche del servizio catering e dovranno rientrare in una delle seguenti categorie:

  • Antipasti
  • Primi piatti
  • Secondi
  • Contorni
  • Dessert.

L'autore della ricetta vincitrice avrà in premio un buono da 40 € da utilizzare in bottega.
Inoltre saranno selezionate altre quattro ricette, che verranno pubblicate sul ricettario di cui sopra e in un'area dedicata del nostro nuovo sito in lavorazione.

Gli autori saranno premiati in occasione della festa annuale di ExAequo che si terrà a giugno: i loro piatti saranno parte del menu!

Equochef, l’equità vien mangiando

Dichiariamo ufficialmente aperto il nostro primo concorso per ricette equosolidali!

Equochef, l'equità vien mangiando è un progetto per raccogliere e premiare ricette realizzate con prodotti equosolidali.
L'obiettivo finale sarà quello di inserire la ricetta vincitrice e le prime quattro migliori in un ricettario di prossima lavorazione.

Le ricette dovranno essere illustrate in una scheda corredata da una fotografia del piatto realizzato.
Dovranno contenere almeno due ingredienti del commercio equo e solidale e ne potranno prevedere altri a km0, biologici, o provenienti da filiere che rispettino i criteri di equità e sostenibilità ambientale.

I concorrenti potranno depositare la propria ricetta in formato cartaceo nella pentolurna presso l'AltroTendone di piazza Re Enzo tra il 7 e il 24 dicembre 2013, oppure tramite mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Sarà possibile consegnare la ricetta all'AltroTendone anche senza fotografia e inviarla contemporaneamente via mail completa di immagine.

I concorrenti dovranno indicare insieme alla ricetta il proprio nome, cognome e indirizzo mail, in modo da poter essere contattati in caso di vittoria e selezione per il ricettario.

Entro il 25 gennaio 2014 la giuria composta dalle cuoche del servizio catering di ExAequo premierà la ricetta migliore.
Il suo autore riceverà un buono di 40 € da spendere in bottega!
Altre quattro ricette saranno pubblicate, insieme alla vincitrice, nel ricettario. Ma avranno poi un'altra possibilità...

Perché non finirà qua!

Tutti nello stesso piatto – Tour 2013

C'è un legame tra quello che accade in Asia, Africa, America Latina e le nostre abitudini e scelte alimentari.

Tutti nello stesso piatto, un Festival ideato da Mandacarù (organizzazione di commercio equo e solidale di Trento) e Altromercato, intende indagare e mostrare quel legame attraverso lo strumento del cinema e i temi del cibo, della biodiversità, della sovranità alimentare, dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile.

Nell'ambito del Festival Terra Equa, Bologna sarà la prima città italiana a ospitare il tour 2013 di Tutti nello stesso piatto.

Giovedì 23 e domenica 26 maggio il Kinodromo di via Pietralata 55 (presso il Cinema Europa) collaborerà all'organizzazione della rassegna.
Alle 19:30 sarà servito un piatto a tema, che precederà i film e i documentari sul funzionamento delle produzioni agroalimentari e delle filiere del commercio equo, e sulle ripercussioni di queste sull'ambiente e sulla società.

Si parte dalla considerazione che circa un miliardo di persone nel mondo è denutrito. Un altro miliardo è obeso.
Quasi la metà della popolazione mondiale vive quotidianamente il problema di un'alimentazione insufficiente. L'altra metà soffre dei problemi tipici legati a un'alimentazione sovrabbondante e alle disfunzioni che ne derivano: diabete, eccesso di peso, problemi cardiocircolatori.

Questo stato di cose è l'inevitabile corollario di un sistema che consente solo a un ristretto gruppo di multinazionali di trarre profitto dall'intera catena alimentare mondiale.

Giovedì 23 quattro brevissimi e divertenti (?) notiziari di approfondimento scientifico a disegni animati mostreranno come l'uomo riuscirà a distruggere il mondo (How to destroy the world).

 

Quindi un altro corto, When the water ends, su come l'impatto del riscaldamento globale abbia mutato la morfologia di due grandi risorse idriche tra Kenya ed Etiopia: la diminuzione delle precipitazioni atmosferiche e i lunghi periodi di siccità hanno ridotto sempre più la disponibilità di acqua, generando violenti scontri tra la popolazione locale.

E ancora sull'acqua verterà il lungometraggio, También la lluvia: la privatizzazione come nuova forma di oppressione dei più deboli, al pari della colonizzazione in seguito alla scoperta di Colombo.
Una storia vera ("La guerra del agua de Cochabamba", terza città più grande della Bolivia), che si intreccia con la produzione di un film sulla scoperta dell'America.

Il piatto a tema sarà incentrato sulla quinoa (fusilli alla quinoa con zucchine menta e pecorino, sformato di quinoa con funghi e patate al curry), di cui la Bolivia è il primo esportatore mondiale.

Domenica 26 due mediometraggi.
Silent snow. The invisible poisoning of the world è la storia di una giovane donna groenlandese che affronta un viaggio attraverso tre continenti alla ricerca delle cause della contaminazione chimica che sta lentamente avvelenando la sua gente.
Nero's Guest parla invece del suicidio, in India, di più di 200.000 contadini nella totale indifferenza dei media e delle autorità locali.

Il film nel piatto proporrà un dahl (zuppa indiana) di lenticchie e del riso basmati colorato.

Sosteniamo la spesa, coltiviamo i valori

Nelle botteghe di ExAequo fino al 30 giugno 2013 sarà possibile acquistare una selezione di prodotti a prezzo ridotto fino al 50% che alleggeriranno la tua spesa, con un'offerta rinnovata ogni mese.

Si tratta dell'iniziativa di Altromercato "Sosteniamo la spesa, coltiviamo i valori", pensata per ribadire come equità, trasparenza e sostenibilità (ambientale, sociale ed economica), nel modello produttivo e distributivo, siano valori decisivi per fronteggiare la difficile situazione che stiamo vivendo.

Una campagna a favore di una spesa quotidiana solidale e consapevole.
La riduzione, effettuata in accordo con le regole di AGICES (Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale), non intacca né il prezzo pagato al produttore, né il margine di ExAequo, ma è a carico esclusivamente di Altromercato.

"Il commercio equo è un modello basato sulla trasparenza e la sostenibilità di tutta la filiera produttiva" – spiega Guido Vittorio Leoni, Presidente di Altromercato.
"Oggi la crisi sta seriamente colpendo molte famiglie, e pur mantenendo intatto il nostro impegno, ci sembra doveroso venire incontro ai nostri consumatori, che fino a oggi ci hanno sostenuto e hanno reso possibile la crescita del fair trade."

Questi alcuni dei prodotti a prezzo ridotto del mese di maggio:

Riso basmati € 2,18 (anziché € 2,90)
Anacardi al curry € 1,28 (anziché €1,70)
Succo di arancia € 1,51 (anziché 2,32)
Crostatine al cacao bio € 1,82 (anziché € 2,80)
Chicchi di caffè ricoperti di cioccolato fondente € 1,90 (anziché € 2,40)
Biscotti con gocce di cioccolata € 1,58 (anziché € 2,10)

Generazione Caffè

Vuoi cambiare il mondo? Comincia con un caffè!

Il caffè del Nicaragua ha praticamente segnato la nascita del commercio equo e solidale in Italia.
Con il tempo si sono aggiunte altre provenienze, diverse tipologie.
Ma da 25 anni in ogni caffè Altromercato resta un storia di generazioni e di lotta da far conoscere, per assaggiarne la diversità, assaporarne l'eccellenza, condividerne la sostenibilità.

Con Generazione Caffè elargiremo assaggi e storie.

Dal macinato per moka con miscela classica o intensa al 100% arabica (ottimi quello di monorigine etiope e il superclassico Uciri); dai grani al solubile alle cialde; dal biocaffè al decaffeinato.

Dal 2 al 19 aprile nelle nostre botteghe non solo potrete assaggiare le cialde, ma anche prendere due pacchetti, anche diversi, di caffè macinato da 250 grammi (confezione singola o lattina), con sconto del 30% su quello a prezzo più alto.

Se ancora non vi basta, ecco il cialdadanaio!
Portando un imballo vuoto di un caffè  qualsiasi (anche non di commercio equo), riceverete un portamonete e porta valori nato da una bobina di caffè riutilizzata e reinventata dagli artigiani di Mai Handicrafts Vietnam.

Un imballo riciclabile e confezionato a mano che custodisce tutti i valori del Caffè Altromercato:

  • equo - perché garantisce diritti, evita speculazioni e sfruttamento a un prezzo più equo per chi lo coltiva e per chi lo consuma;
  • corretto - perché coltivato nel rispetto della terra che ci è data in prestito dalle generazioni future;
  • ecologico - perché la sua confezione riciclabile permette di risparmiare ogni anno 4400 kg di alluminio e diverse tonnellate di imballo;
  • sociale - perché fatto nelle comunità per le comunità;
  • buono - perché miscela le migliori origini e racconta le più incredibili storie di lotta e di riscatto.