MO/ME 4.0 Artigianato Senza Filtro

Una gigantesca fabbrica abbandonatala, la ex Samputensili in via Stalingrado 59, sta per essere culturalmente bonificata.
L'Associazione Planimetrie Culturali, che si occupa di custodia gratuita e reinvenzione di spazi in disuso, sta terminando il lavoro di ristrutturazione e riqualificazione.
Sta per nascere Senza Filtro. Diventerà un ostello, una palestra, un locale per laboratori e attività artistiche...

Con questo tipo di obiettivi, l'evento di apertura non poteva che essere una mostra mercato di oggetti artigianali e riciclati.
ExAequo appoggia l'iniziativa, e sarà presente con i manufatti dei produttori del Sud, oltre che con i classici del commercio equo e solidale.

Manufatti africani di lattine e tappi, borse di pneumatici, gioielli di carta; in mezzo a magliette serigrafate, lavori creativi all'uncinetto, oggetti fantasiosi in ceramica, spillette, figurine, bigiotteria varia, giochi e non giochi in legno, lampade, libri gioiello, borse fatte di tubetti di dentifricio, anticoncezionali femminili da appendere alle orecchie, e così via.

MO.ME 4.0 è l'evento di inaugurazione di un nuovo vecchio spazio che prenderà a ospitare manifestazioni culturali, un ostello, una palestra, un locale per laboratori e attività artistiche.

L'Associazione Planimetrie Culturali reinventa spazi in disuso, li riqualifica socialmente e culturalmente, dà loro una vita nuova per salvarli dal degrado e renderli parte integrante e sicura della vita del quartiere, prestando attenzione particolare al risparmio energetico, al riciclaggio, all'ecologia.
Senza poi stabilirsi definitivamente, ma continuando a cercare e ad attraversare altri spazi.

Venerdì 5 e sabato 6 ottobre, dalle 18 alle 24, vi aspettiamo dunque all'interno di Senza Filtro, dove sarà anche possibile iscriversi ai corsi e laboratori che saranno sviluppati durante l'inverno dalle Associazioni Street Style coinvolte.
Proveremo a esserci anche domenica 7, dalle 15 alle 23.

Si mangeranno maltagliati in zuppa di fagioli e crescentine a balus; si berranno vini dell'Emilia-Romagna e birra nazionale.
Tutte le sere ci saranno concerti.

Una volta tesserati si potrà entrare liberamente e visitare anche l'Area Fiere, l'Ostello USE-It, lo Spazio Mostre di Tinte Forti, il Museo dei Flipper dell'Associazione TILT, la Sala Bigliardini, l'Area Relax; i cantieri dell'Area Sportiva e dell'Area Concerti in preparazione.

(Evento con il Patrocinio del Quartiere San Donato di Bologna e Legambiente Emilia-Romagna)

Festa ExAequo 2012!

Anche quest'anno arriva la festa d'estate!
Sabato 23 giugno, a partire dalle 16:30, ci sollazzeremo al parco della Ca' Bura in via dell'Arcoveggio 59/b (Bologna).

Il pomeriggio sarà riempito da una caccia al tesoro per bambini, per bissare il successo imbarazzante dello scorso anno (Guido Pancaldi avrebbe voluto farci i complimenti).
E là vicino si potrà sfruttare un campetto da basket.

Mentre alcuni solerti volontari si adopreranno per un mercatino di abiti e oggetti (equi e solidali, ça va sans dire), altri terranno dietro a un banchetto di libri usati... da voi!
Portate insomma libri o riviste di cui vi vorreste liberare o che vorreste scambiare con affini prodotti altrui: in questo caso chiuderemo un occhio sull'equosolidarietà (però non esagerate, i libri di Vespa lasciateli a casa).

E non finisce mica il cielo.
Musicisti sottofonderanno gli aperitivi che potrete farvi preparare per poi suggere liberamente in giro.
Ma vi consigliamo di restare nei dintorni, perché alle 20:15 sarà il momento di una grande novità: l'esordio ufficiale del nostro servizio catering!

Con un buffet da gourmet, preparato da noi stessi con ingredienti equi et solidali, nonché biologici dei contadini di CampiAperti (realtà che ha sempre condiviso i nostri valori), conquisteremo i vostri sensi, e così potremo diffondere sempre di più la conoscenza dei prodotti del Sud del mondo.
Da sabato 23 giugno in avanti, in sostanza, potrete chiamarci per tutte le vostre celebrazioni.

Intanto, per iniziare a capacitarvi di questa nuova meraviglia, il prezzo è di 15 € per gli adulti e 10 € per i bambini (bevande escluse), e dovrete prenotare obbligatoriamente entro venerdì 22 chiamando lo 051233588 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Vi aspettiamo come sempre numerosi, con amici, familiari, compagni di merende e di bisbocce.
E passate parola!

Summer Camp AGICES 2012

Dal 2 al 7 luglio si terrà a Camogli il Summer Camp AGICES: una indimenticabile settimana nel movimento del Commercio Equo e Solidale.

Per apprendere notizie utili direttamente dalla voce dei protagonisti del Commercio Equo e Solidale italiano.
Per fare amicizia, conoscere persone ed esperienze eque e solidali di tutta Italia.
Per visitare e conoscere una delle zone più belle d'Italia: Camogli e il Monte di Portofino.

L'iniziativa è riservata ai maggiorenni, ed è organizzata da AGICES in collaborazione con RAM Viaggi (Turismo Responsabile) e con il contributo della Regione Liguria.

Nel corso del Summer Camp si familiarizzerà con una economia di valori: quella del Commercio Equo e Solidale, una pratica concreta e consolidata di economia sostenibile e solidale, un antidoto a quella fondata sulla speculazione e sull'interesse di pochi a scapito di quello di tutti.

Dalla bellissima costiera ligure si veleggerà verso un sistema nuovo fondato sulle relazioni e sul bene comune.
Un viaggio attraverso i principi del Commercio Equo e Solidale, come costruzione di un modello economico basato sul rispetto delle persone, del lavoro e sulla tutela dell'ambiente.

Una settimana di formazione e svago fra incontri, approfondimenti, testimonianze da parte dei protagonisti della filiera equa; e poi turismo responsabile, mare e attività formative.

Saranno i 10 principi del Commercio Equo e Solidale a fare da filo conduttore durante il campo, e i temi saranno proposti ai partecipanti non solo con momenti di formazione e spiegazione, ma anche con testimonianze dirette, giochi e simulazioni.

Il campo è residenziale.
I pernottamenti e i pasti avverranno presso la struttura ospitante, il magnifico monastero di San Prospero a Camogli.
Formatori e relatori sono persone qualificate e di comprovata esperienza nel Commercio Equo e Solidale.

Per info e iscrizioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0185 799087

Terra Equa Festival

Terra Equa, il primo festival di commercio equo della regione Emilia-Romagna organizzato dalle 10 cooperative regionali grazie al contributo della L.R. 26/2009, si terrà sabato 26 e domenica 27 maggio a Palazzo Re Enzo a Bologna.

Terra Equa è: commercio equo e solidale, agricoltura biologica, finanza etica, consumo reponsabile, Libera, autoproduzione energetica, turismo responsabile e altro ancora.

Terra Equa sarà: persone, prodotti, parole, musica, spettacoli; 35 stand di prodotti in vendita, 3 convegni, 16 laboratori per grandi e piccini, 3 spettacoli.

Terra Equa: le persone e le proposte dell'economia sociale e solidale per uscire dalla crisi.

Ecco il programma!

Sabato 26

>> 9.30-13.00
Equonomia!
Le proposte dell'Economia Solidale per uscire dalla crisi
Sala Farnese, Palazzo d'Accursio
introduce e modera:
Giorgio Dal Fiume – Presidente World Fair Trade Organization – Europa
apertura e saluti:
Matteo Lepore – Assessore Affari Istituzionali Comune di Bologna

Interventi di:
Andrea Segrè – Preside Facoltà di Agraria, Università di Bologna
Tonino Perna – Economista, Università di Messina
Chiara Sasso – Rete Comuni Solidali, saggista
Pietro Raitano – Direttore rivista Altreconomia
Giulio Marcon – Coordinatore Sbilanciamoci!

Durante il Convegno verranno presentati i materiali della Campagna "Avevate ragione voi!", promossa da AGICES (Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale)

>> 10.00
Laboratorio "Orto BioCentrico"
A cura di AIAB (Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica), per studenti di scuole elementari e medie (un'ora)
Gioco di ruolo con simulazione e teatralizzazione per realizzare un orto vivente

Laboratorio "Coloriamo il mondo"
Sala Borsa Ragazzi
Bambini dai 5 anni, max 20 partecipanti (un'ora e mezza)
Gioco che stimola i sensi per scoprire da dove provengono molti prodotti che assaporiamo tutti i giorni.
Prenotazione obbligatoria, da 15 giorni prima dell'attività: 051.2194411 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Laboratorio "Mangiare il giusto"
Realizzato dagli animatori di Libera formazione di Bologna, rivolto alla scuola secondaria di primo grado (due ore).
Per scoprire le storie dei prodotti coltivati sui terreni confiscati alle mafie

Installation Day
A cura di VisualZoo e RaccattaRAEE
Installazione guidata del sistema operativo GNU/Linux e dei suoi programmi.
Consigli e trucchi dal mondo del Free Software, assistenza sull'utilizzo di Formati Aperti e Licenze Libere

>> 11.30
Laboratorio "Orto BioCentrico"
A cura di AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), per studenti di elementari e medie (un'ora)

>> 12.00
Bio per tutti
A cura di Prober (massimo 20 partecipanti)
Degustazione di prodotti biologici della nostra regione

>> 15.00
Laboratorio "Sapori senza confini": spezie locali e solidali in dispensa
A cura di Amici della Terra di Ozzano
Approfondimenti e consigli per l'uso delle spezie

>> 16.00
Laboratorio "Dipingi la tua maglietta"
A cura della coop. L'Eco (un'ora e mezza)
Porta una maglietta o un tessuto e dipingi con noi

Talk e discussione su "Il Software Libero al servizio della comunicazione"
A cura di VisualZoo

Laboratorio "Orto sul balcone"
A cura di AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) (un'ora) - massimo 20 partecipanti
Spiegazione di componenti e strategie per coltivare un piccolo orto sul balcone; semina del proprio vaso da portare a casa

>> 17.00
Laboratorio "Coloriamo il mondo"
Bambini dai 5 anni (un'ora e mezza) a cura di Pacha Mama

>> 18.00
"Previsioni del Tempo" di Wu Ming
Reading/spettacolo musicale della Compagnia Fantasma
L'Italia dei traffici illeciti, degli abusivismi e delle speculazioni che hanno fatto la fortuna di pochi e la disgrazia di molti

>> 19.30
Concerto Riciclato per tutti i gusti
A cura dei Mia Tral Via
Strumenti mai uguali, mai lo stesso suono e soprattutto non si sa mai chi suonerà cosa. Dipende da cosa si troverà quel giorno in discarica o nelle cantine dei genitori

Domenica 27

>> 10.00
Laboratorio attrezzato per la sistemazione di PC mal o non funzionanti
A cura di VisualZoo e RaccattaRAEE
Porta il tuo PC! Tecnici volontari assistono i proprietari durante manutenzione e riparazione dei computer

>> 10.30
Laboratorio "Coloriamo il mondo"
A cura di Pacha Mama (un'ora e mezza)

>> 11.00
Laboratorio "Dipingi la tua maglietta"
A cura della coop. L'Eco (un'ora e mezza)

Laboratorio "Bucce d'arancia"
A cura di La Bottega di Utilla (un'ora e mezza)
Per creare oggetti e bigiotteria

Fair Trade!
Tutto quello che volevate sapere sul commercio equo e non avete mai osato chiedere
Chiostro di entrata di Palazzo Re Enzo
Interventi di:
Mohammed Hmidat - Rappresentante di PARC, produttore Fair Trade della Palestina
Germana Gambari (ExAequo) e Samuela Baldaccini (Vagamondi) - Botteghe del Mondo
David Cambioli - Presidente di altraQualità
Teresa Pecchini - Presidente di Ravinala
Paolo Palomba - Direttore generale Ctm-Altromercato
Giorgio Dal Fiume - Presidente World Fair Trade Organization - Europa

Dogon, un popolo tra le rocce della falesia

ExAequo, in collaborazione con Amici della Terra, CampiAperti, Cospe e Volabo promuove tre giornante di iniziative in occasione della presenza a Bologna di Apam Dolo, rappresentante della comunità Dogon di Sangha in Mali.

I Dogon sono una delle oltre venti etnie che abitano la parte orientale del Mali, al confine Nord Ovest del Burkina Faso.
È una popolazione di circa 250.000 persone disseminate ai piedi e alla sommità della falesia di Bandiagara, una parete rocciosa dell'altezza media di 400 metri che attraversa il Sahel per oltre 200 chilometri a sud di Timbuctù.

Il territorio dei Dogon è sotto la protezione dell'UNESCO, che lo ha dichiarato "patrimonio dell'umanità" per la sua rilevanza naturale e culturale.

Metis Africa sostiene da anni, attraverso attività e progetti di micro-cooperazione, la popolazione Dogon, con una cura particolare ai settori dell'educazione e della salute, dell'incremento dell'artigianato locale, della promozione e del finanziamento di scambi e gemellaggi tra scuole italiane e maliane, dell'approfondimento della ricerca e dello studio dei sistemi di cura tradizionali.

La serie di incontri farà approfondire la conoscenza di questa popolazione dalla storia millenaria.

Il primo appuntamento è previsto il 23 aprile 2012 alle ore 20:00 presso il Centro Amilcar Cabral di via San Mamolo 24: "Dogon: un popolo tra le rocce della falesia".
Insieme ad Apam Dolo e a Luca Jourdan, antropologo dell'università di Bologna, approfondiremo la cultura, le tradizioni e le relazioni sociali del popolo Dogon.

Il giorno successivo, 24 aprile 2012 alle 19:30 presso la nostra bottega di via Altabella 7/b parleremo sempre con Apam Dolo della struttura sociale ed economica della comunità Dogon.
Le parole saranno intervallate dalle immagini del viaggio compiuto da alcuni soci di ExAequo in Mali, e anticipate da un aperitivo offerto da noi.

L'ultimo appuntamento è previsto per il 25 aprile 2012 alle 12:30 a Villa Torre in via Tolara di Sopra 99 a Ozzano dell'Emilia con un pranzo preparato con prodotti locali provenienti da aziende biodinamiche, cui seguirà un incontro-confronto tra Apam Dolo e i contadini di CampiAperti e del Parco dei Gessi.

Il costo del pranzo è di 15,00 euro e il ricavato sarà devoluto ai progetti di Metis Africa nel Paese Dogon.

Per info e prenotazioni, assai gradite, 3381581449.

Tornano gli aperitivi equosolidali al Pratello

Un aperitivo il secondo e il quarto mercoledì di ogni mese: un'occasione per incontrarci, bere e mangiare i nostri prodotti.
Come l'altra stagione, al Macondo di via del Pratello 22, dalle 18:00 alle 21:00.

I cibi e le bevande del commercio equo e solidale mettono al centro la dignità della persona: sicché la ritualità dell'aperitivo sarà non solo un momento di convivialità, ma anche di consumo consapevole.

Prossimo appuntamento il 22 febbraio.

Vi aspettiamo!