Fair Trade Fair Peace

"Fair Trade Fair Peace" è la prima linea di commercio equo e solidale israelo-palestinese.

Il progetto, realizzato con il contributo dell’Unione Europea e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna, unisce il lavoro di artigiani, soprattutto donne, dell'area di Betlemme in Palestina e di Cana di Galilea in Israele.
È stato avviato nel marzo 2012 sotto il coordinamento della ong COSPE onlus in collaborazione con Bethlehem Fair Trade Artisans (BFTA), Sindyanna of Galilee, la Provincia di Ancona, la Provincia di Lecce ed ExAequo, fra altre cooperative italiane di commercio equo.

Si tratta di una linea di prodotti che valorizza l'economia sociale come volano per la pace e il dialogo tra due popoli in conflitto.
I prodotti includono oggetti artigianali realizzati con legno di ulivo, ceramica, ricami, cesti di ulivo e palma di dattero, una gamma di saponi di olio di oliva con diverse fragranze, erbe e specialità alimentari come za'atar e miele, così come altri articoli che ben rappresentano la combinazione di entrambe le culture.

Oltre a offrire una importante fonte di reddito per gli artigiani e le artigiane palestinesi che vivono nei territori occupati o in Israele, questo progetto ha un grande valore simbolico.

Ritenendo che la soluzione del conflitto inizi con il ritiro dell’occupazione israeliana in Palestina e la creazione di reali opportunità economiche e di lavoro, i partner del progetto hanno unito i loro sforzi per sostenere le popolazioni più vulnerabili, dando priorità alle donne.

Con il progetto Fair Trade Fair Peace migliorano le capacità produttive e le opportunità di reddito per 20 donne del campo profughi di Deishe a Betlemme, 200 artigiani, uomini e donne, e le loro famiglie nell’area di Betlemme, 2 gruppi di disabili a Betlemme, circa 50 ragazzi, 150 donne e le loro famiglie della minoranza palestinese in Galilea.

Dalla seconda metà di maggio 2013, la linea Fair Trade Fair Peace sarà promossa e distribuita in Italia attraverso i canali del commercio equo e solidale, oltre che attraverso mostre-mercato ed eventi culturali.

 

Tags: commercio equo e solidale, Palestina, donne, Israele, Cospe , Fair Trade Fair Peace, Bethlehem Fair Trade Artisans, BFTA, Sindyanna of Galilee, disabili